sabato 30 novembre 2013

Photo-shoot – Look 1

Era da un po' di tempo che lo sapevate, almeno per chi mi segue su Instagram e su Facebook. Finalmente ci siamo: ecco qui il mio primo look dal magnifico servizio fotografico che mi ha fatto Olga. Lei è una fotografa eccezionale, con una prospettiva che non cattura solo angoli, ma emozioni... Il look è elegante, adatto per una serata romantica o per una cena formale.

Some between you already know this, at least my followers on Instagram and Facebook. Finally here it is: this is the first look from Olga's photo-shoot. She's a great photographer, with a point of view able to catch not only corners, but also emotions... The look is a smart one, suitable for a romantic evening or for a formal dinner.

Gold necklace and bracelet: Elisabetta Franchi
Bag: Prada

MUSIC: Devil's Dance, Asaf Avidan
INSPIRATION: You can never have too many black pumps. Never! (Andre Leon Talley)

Follow me on Bloglovin, Tumblr and Flickr

venerdì 29 novembre 2013

Baby photo-shoot

E visto che in questi giorni sento il bisogno di lasciar parlare le foto, eccovi qui alcuni scatti dello splendido servizio fotografico fatto a Mattia che Elisa ha voluto condividere con noi...

And considering that in these days I prefer let the pictures speaking, here is some pictures from Mattia photo-shoot, that Elisa wants sharing with us...

Pictures by Silvia Torresan

T-shirt: US Polo Assn
Jeans: Zara
Wool sweater: Olimpias

MUSIC: Home, Michael Bublé
INSPIRATION: Where we love is home - home that our feet may leave, but not our hearts (Oliver Wendell Holmes)

Follow me on Bloglovin, Tumblr and Flickr


Follow Elisa on Instagram – ely089


Follow Martina on Instagram – martic76

giovedì 28 novembre 2013

Snap-shots from Madrid

Istantanee del mio viaggio a Madrid...

Snap-shots from my little trip in Madrid...





Coat: Brema
Bag and scarf: Twin-Set

MUSIC: High & Dry, Radiohead
INSPIRATION: You can't do sketches enough. Sketch everything and keep your curiosity fresh (John Singer Sargent)

Follow me on Bloglovin, Tumblr and Flickr

Madrid

Ed eccoci finalmente arrivati all'appuntamento con Madrid. Ho trascorso un weekend da mio marito, anche per festeggiare il nostro primo anniversario di matrimonio. Se avete poco tempo per visitare questa città, il mio primo consiglio è di valutare, anzitutto, il meteo: puntate ai musei solo in caso di pioggia, perché Madrid ha degli scorci esterni troppo belli per chiudersi dentro quattro mura se fuori c'è il sole. Considerando che io ho avuto la fortuna di beccare un weekend di tempo favoloso, ho puntato alla zona fra Sol e Opera (piena di piazze famose e negozi per lo shopping), al Parco del Retiro (splendida location per una passeggiata nella natura), alla Latina (quartiere caratteristico della città, ricco di ristorantini, alcuni dei quali anche piuttosto antichi, e con lo splendido mercato coperto di San Miguel), a Plaza Mayor (non potete non andare a visitare questa piazza rettangolare, tutta chiusa, con i muri dei palazzi coperti di affreschi e i portici sottostanti pieni di vita) e alla zona del Palazzo Reale, con la magnifica cattedrale dell'Almudena. Madrid è una città piuttosto ventosa, quindi non scordatevi di portarvi un berretto, perché, specialmente d'inverno, potreste soffrire il freddo a causa di questo vento sferzante. Gli spostamenti sono facilitati dalla metropolitana, che vi porta davvero ovunque! Tenete presente che a Madrid si pranza e si cena più tardi rispetto agli orari che abbiamo noi nordici. Assolutamente da provare sono lo “jamón ibérico” (prosciutto spagnolo dal sapore particolare), le “croquetas” (crocchette cremose in mille versioni, con verdure, carne o pesce) e il mitico “hamburguesa” (un hamburger che va dai 250 g in su di carne tritata, cucinato in più versioni, quasi sempre accompagnato da cipolla glassata, molto dolce, e formaggio fuso, che può essere il nostro Parmigiano Reggiano o il cheddar americano). Insomma, c'è di che divertirsi in quel di Madrid!

So finally here we are, ready for a virtual tour in Madrid. I spent last weekend there, at my husband's, also to celebrate our first wedding anniversary! If you haven’t' got much time to visit the city, my first suggestion is to consult the weather forecast: choose to see the museums only in case of rain, because in Madrid there are too many wonderful, external corners to shut ourselves away inside home if the sun in shining. Considering that I was lucky enough to find a sunny weekend, I chose the zone between Sol and Opera (full of famous plazas and shops), the “Parque del Retiro” (stunning location for a walk into the nature), the “La Latina” district (full of restaurants, some of which are really ancient, and where you can find the “San Miguel” indoors market), the fabulous “Plaza Mayor” (you have to visit this rectangular plaza, completely closed, where the walls are painted and you can see a lot of people in the porticos) and the zone of the Royal Palace, with the majestic Almudena cathedral. Madrid is a windy city, so don't forget to take with you a cap, because, especially in Winter, you couldn't stand the freezing wind. Transfers are easy because of the efficient subway (you can go everywhere with it)! Keep in mind that in Madrid lunch and dinner are at a later time. You should taste the famous “jamón ibérico” (a Spanish ham with a particular flavor), the “croquetas” (creamy croquettes in many versions, with vegetables, meat or fish) and the “hamburguesa” (a huge hamburger of about 250 g or more of grind meat, cooked in many ways, but usually served with glazed onion, really sweet, and molten cheese, that can be the Italian “Parmigiano Reggiano” or the American cheddar cheese). In other words, you can enjoy Madrid in many different ways!

Coat: Brema
Cap and black scarf: Diesel
Leggings and wool panty hose: Calzedonia
Ankle boots: Ugg
Bag: Twin-Set

MUSIC: Innuendo, Queen
INSPIRATION: Madrid is enjoyed most from the ground, exploring your way through its narrow streets that always lead to some intriguing park, market, tapas bar or street performer (Emilio Estevez)

Follow me on Bloglovin, Tumblr and Flickr

mercoledì 27 novembre 2013

Bye Bye Italy!

Quando si vola ci sono due regole da tenere bene a mente: viaggiate leggeri e viaggiate comodi. Dovete sempre considerare, infatti, che, soprattutto quando si hanno delle corrispondenze, il tempo a disposizione potrebbe essere meno di quello che crediamo (per ritardi, scioperi o altro) e quindi potrebbe essere necessario correre (anche per lunghi tragitti) all'interno degli aeroporti. Per questo valgono le due regole del “comodi” e “leggeri”. Il primo suggerimento che mi sento di darvi è di scegliere borse che abbiano una tracolla, molto più facili da portare di grandi borse (sicuramente capienti) con manici troppo piccoli per inserire la spalla. Le borse a tracolla, inoltre, si possono tenere a più stretto contatto con il corpo e diventa quindi più difficile per eventuali malintenzionati metterci le mani dentro. Altro suggerimento è quello di fare sempre il check-in online e farvi inviare (se possedete un telefono che vi consente questo) la vostra carta d'imbarco via e-mail o sms. In questo modo, potrete salvare il codice QR come immagine e non dovrete portarvi dietro centomila carte da estrarre al momento dei controlli (solo passaporto e cellulare). Se il viaggio è breve, scegliete sempre di volare con il solo bagaglio a mano: è più maneggevole, è comunque spazioso piegando bene gli abiti e vi consente una maggiore velocità di spostamento ed uscita dall'aeroporto di arrivo. Ecco quindi il look che ho scelto io per il mio weekend a Madrid dal mio adorato marito! Bye bye Italia!

When you have to fly, you need to follow two simple rules: travel light and travel comfortably. You have to consider, indeed, that, especially when you have connecting flights, the time for transfers can be less than what you have considered (for delays, strikes and so on), so you could need running (even for long ways) into the airports. For these reasons, follow the rules of “being light” and “being in comfort”. My first suggestion is to choose shoulder bags, easier to carry if compared to huge bags (capacious, of course) with small handles where you cannot put your shoulder into. In addition to this, shoulder bags can be kept closer to your body, so it's more difficult for spiteful people trying to put their hands into them. My second suggestion is to do your check-in online and, if possible, to receive the boarding pass directly in your mobile phone. In this way, you can save the QR code into your “Images” folder and you can travel just with your passport and your phone (without thousands of sheets). If the trip is short, always choose to travel only with your hand luggage: it's handier, enough capacious if you correctly fold your clothing and it allows you a higher speed in transfers, even when you have to go out from the final airport. So here is the chosen look for my weekend in Madrid at my husband's home! Bye bye Italy!

Sweater: Jeordie's
Zipper skirt: Diesel
Polka dots panty hose: Calzedonia
Coat: Brema
Ankle boots: Ugg
Bag: Twin-Set
Make-up clutch: Dior
Hand luggage: Roncato

MUSIC: Bye Bye Baby, Marilyn Monroe
INSPIRATION: Airplane travel is nature's way of making you look like your passport photo (Al Gore)

Follow me on Bloglovin, Tumblr and Flickr

Before leaving... at the speed of sound!

Sono già tornata da Madrid, ma devo ancora proporvi l'ultimo look che ho adottato la scorsa settimana, giusto il giorno prima di partire, alla velocità del suono. Ha iniziato a fare freddo, quindi il maglione inizia ad essere d'obbligo. La scelta, stavolta, è stata quella di abbinarci anche borsa e ombrellino (vista la pioggia): cosa ne dite?

I've already come back home from Madrid, but you didn't see last look I chose last week, just one day before leaving, at the speed of sound. The cold season is arrived, so the sweater starts to be mandatory. My choice, this time, was to match it with bag and umbrella (considering that it was raining): what do think about it?

Sweater: Jeordie's
Wool panty hose: Calzedonia
Ankle boots: Ugg
Bag: Mengotti
Umbrella: Kipling

MUSIC: Speed of sound, Coldplay
INSPIRATION: Some things you have to believe, but others are puzzles, puzzling me (Coldplay)

Follow me on Bloglovin, Tumblr and Flickr

lunedì 25 novembre 2013

Lost in thought

Persa nei miei pensieri: in questi giorni sono un po' così... Saranno i troppi impegni di lavoro, sarà l'avvicinarsi nelle feste (con tutta la frenesia che ne consegue per regali, pranzi, cene, spostamenti ecc.), sarà che l'inverno porta con sé un cielo grigio che non aiuta a concentrarsi, ma le cose mi si accavallano nella testa come in un puzzle scomposto. A voi non capita mai? Magari dopo un periodo intenso di impegno e fatica, ecco che arriva la resa dei conti: il cervello non ti segue più e inizia a chiedere pietà inviando segnali di aiuto. Come lo fa? Beh, facendoti dimenticare un po' di cose! Per fortuna che esistono i promemoria e i telefoni che ti ricordano tutto quello che nella tua testa non ci sta più!

Lost in thought: in these days I'm like this... Maybe it's for my too many commitments, maybe it's because of the upcoming Christmas (with all the anxiety linked to the presents, the lunches, the dinners, the transfers etc.), maybe it's because Winter brings with itself a grey sky that doesn’t help you to concentrate, but at a certain point things start to pile up in my head, like in a disordered puzzle. Do this happen to you too? After an intense time of tasks and strain, the showdown comes: your brain doesn't follow you anymore and it starts to ask your help. How? Well, you begin to forget things! Luckily, nowadays there are wonderful smart-phones and reminders that help you in keeping things in mind!



Sweater: Jeordie's
Jeans: Diesel
Studded sneakers: Hogan Rebel
Hairband: Oromatto
Heart-lock necklace: Tiffany


INSPIRATION: With the new day comes new strength and new thoughts (Eleanor Roosevelt)

Follow me on Bloglovin, Tumblr and Flickr

Key Factor

L'eleganza è un fattore chiave, soprattutto quando si ha a che fare con appuntamenti importanti. Il mio lavoro mi consente una certa libertà di scelta per quanto concerne il vestiario, ma ci sono situazioni in cui è richiesto un abbigliamento formale. La settimana scorsa ho affrontato una “due giorni” fitta di impegni e meeting, durante la quale ho scelto per due volte un look sobrio e senza eccessi. Qui sotto le foto del primo look.

Elegance is a key factor, especially when you have important meetings. My job allows me to have a certain freedom in terms of clothing, but in some situations the formal apparel is needed. Last week I had to face with two days full of meetings, so I chose twice sober looks. Here below you can see the first look!

Cardigan and scarf: Twin-Set
Shirt: Fred Perry
Jeans: Diesel
Sequined sneakers: Hogan Rebel
Coat: Brema
Bag: Abro

MUSIC: Disarm, The Smashing Pumpkins
INSPIRATION: Elegance is good taste plus a dash of daring (Carmel Snow, Editor in Chief of Harper's Bazaar)

Follow me on Bloglovin, Tumblr and Flickr

giovedì 21 novembre 2013

So much love...

Ok, sono nel periodo in cui amo tutte le cose morbide e con i cuoricini! Eccovi un altro look in cui il protagonista è un altro maglioncino targato Duck Farm, che sembra quasi una felpa.

Ok, I'm in a particular mood, cause I love soft things with hearts on it! So here is another look where the protagonist is a Duck Farm sweater, which is almost a hoodie.

Sweater: Duck Farm
Jeans: Diesel
Ankle boots: Ugg
Scarf: Twin-Set

MUSIC: All You Need Is Now, Duran Duran
INSPIRATION: Keep love in your heart. A life without it is like a sunless garden when the flowers are dead (Oscar Wilde)

Follow me on Bloglovin, Tumblr and Flickr

mercoledì 20 novembre 2013

Teeny-weeny

Ci sono dei look che, vuoi per i colori, vuoi per le stampe, mi fanno ritornare bambina. E tutto sommato, almeno qualche volta l'anno, ho bisogno di recuperare quella sensazione. Di base ho un carattere davvero solare, con un lato bambino che è capace di meravigliarsi ancora per le piccole cose. Tuttavia, mettere quel mood anche nel look qualche volta non guasta. Fa bene all'umore, sia nostro che di chi ci sta attorno!

There are some look that, both for colors and prints, make me being a child again. And, at the end of the day, sometimes I need to get back to this sensation. Actually, I have a really sunny personality, with a young side that is able to in wonder for little things. However, putting this mood in your look doesn't spoiled, at least sometimes. It's good for our state of mind, both for us and the people around us!


Hoodie and t-shirt: Abercrombie & Fitch
Jeans: Diesel
Sneakers: New Balance

MUSIC: Baby Can I Hold You, Tracy Chapman
INSPIRATION: If you carry your childhood with you, you never become older (Tom Stoppard)

Follow me on Bloglovin, Tumblr and Flickr

martedì 19 novembre 2013

Blondie

Le ispirazioni pop, come avrete capito, sono uno dei miei cavalli di battaglia. Amo il potere comunicativo dell'arte, intesa nelle sue forme più popolari, come i fumetti e la pubblicità, e apprezzo che con la pop art siano stati introdotti anche mezzi e strumenti non tradizionali della pittura, come i video, la fotografia, il collage, la musica stessa. La quotidianità di questo movimento è secondo me la forma del nostro essere e, in un certo senso, ci ricorda questo: l'unica vera cosa che ci distingue dalla massa è mostrarsi per come si è realmente.

Pop inspirations, as you probably understood, are one of my strong points. I love the communicative power of the art, meant in its most popular shades, like for example comic strips or ad, and I really appreciate that pop art also introduced non traditional means and instruments of the painting, like video, photography, collage, music itself. In my opinion, the daily nature of this movement is the shape of our existence and, in some way, it remembers us this: the only, true thing that makes us unique, compared to the masses, is to show ourselves for what we really are.

Cardigan, little dress and scarf: Twin-Set
Panty hose and leggings: Calzedonia
Ankle boots: Ugg
Coat: Brema
Bag: Blumarine

MUSIC: Time After Time, Cyndi Lauper
INSPIRATION: Pop Art looks out into the world. It doesn't look like a painting of something, it looks like the thing itself (Roy Lichtenstein)

Follow me on Bloglovin, Tumblr and Flickr

lunedì 18 novembre 2013

My Nerd side...

Ed ecco a voi un lato inedito di me, dove i protagonisti (stavolta) sono i miei occhiali da riposo... Fino a qualche anno fa non ne avevo bisogno, ma, un po' per il lavoro (dove passo tante ore davanti al pc), un po' per gli anni che passano, purtroppo anch'io sono stata costretta a cedere al fascino del “quattrocchi”. Tutto sommato, però, quando mi guardo allo specchio in versione “occhialuta” mi trovo buffa, perché emerge il lato nerd che è in me, tipico di noi ingegneri...

And here is an unknown side of me, where the real protagonist (this time) are my resting glasses. Some years ago I didn't need them, but, in part for work (I spent a lot of hours in front of my pc), in part because I'm getting old, I was forced to become a four-eyed. All things considered, when I looked at myself at the mirror in this bespectacled version, I find myself funny, because my nerd side (typical of engineers) appears...

Glasses: Vogue Eyewear
T-shirt: Romeo & Julieta – Egon Valdagno
Sweatshirt and jeans: Diesel
Studded sneakers: Hogan Rebel
Bracelet: Antonello Serio

MUSIC: The Fox, Ylvis
INSPIRATION: Call me a nerd if you like, but I do find it hard to leave home without my laptop and a good book (Moby)

Follow me on Bloglovin, Tumblr and Flickr

domenica 17 novembre 2013

Inspection

Il mio lavoro è fatto anche di audit, ossia di visite ispettive da parte dei Clienti. Durante queste giornate (che sono veri e propri “tour de force”), il sistema viene messo sotto esame dall'inizio alla fine. Bisogna arrivare all'appuntamento sempre preparati, lucidi e con il giusto grado di tensione. Bene, anche questa settimana sono riuscita a superare una di queste visite. Per la giornata, che prevede di essere sobri e comunque formali, ho scelto il look che vedete nelle immagini qui sotto... Perché, in fondo, un professionista serio si riconosce già da quello che indossa.

In my job I have to deal with inspections from Customers. During these inspections (actually, I should define them real “tour de force”), the system is completely put under examination. You have to be prepared, lucid and with the right level of tension. Well, this week I was able to pass a new inspection. For this kind of activity you have to be sober and formal, so I chose the look you can see below... Because, you know, a trustworthy expert is recognizable first of all from what he/she wears.

Sweatshirt: Diesel
Shirt: Fred Perry
Pants: Re-Hash
Sequined sneakers: Hogan Rebel
Bag: Prada

MUSIC: Bangarang, Skrillex Ft. Sirah
INSPIRATION: Try, try, try, and keep on trying is the rule that must be followed to become an expert in anything (W. Clement Stone)

Follow me on Bloglovin, Tumblr and Flickr